Pubblicata la Raccomandazione n. 1888 del 7 novembre 2019 mediante la quale la Commissione segnala alle Autorità di Controllo degli Stati membri e agli Operatori del Settore Alimentare l’opportunità di effettuare regolari monitoraggi per la presenza di acrilammide in particolare su:

  • prodotti a base di patate (quali, ad esempio, Rösti, Pasticcio di patate e formaggio, ecc.);
  • prodotti da forno (quali ad esempio Croissant, Pancake, ecc);
  • prodotti a base di cereali (quali, ad esempio, Cracker a base di mais, Muesli tostati al miele, ecc);
  • altri prodotti a rischio quali, ad esempio, Chips vegetali, patatine fritte, Frutta a guscio tostata, ecc).

I campionamenti dovrebbero essere effettuati con i criteri stabiliti dal Regolamento 333/2007 (o comunque in modo tale tali da garantire la rappresentatività della partita) e, infine, i risultati dei monitoraggi dovrebbero essere trasmessi all’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare entro il 10 ottobre di ogni anno